Offerta per 1 persone con partenza 08/07/2018 e ritorno 14/07/2018.

PROGRAMMA DI VIAGGIO

1° Giorno: Italia – Polonia / Cracovia

Partenza da Benevento di  buon mattino e trasferimento all’aeroporto di Napoli. Sosta lungo il percorso per coffee break . Disbrigo delle formalità di imbarco e partenza per Cracovia . Arrivo all’ aeroporto di Cracovia verso le 15.00. Incontro con una guida /  accompagnatore polacco e trasferimento in bus a Lagiewniki  ( quartiere di Cracovia )  per la visita  del Santuario  della Divina Misericordia, conosciuto anche come il luogo del culto di S.Suor Faustina Kowalska , l`apostola della Divina Misericodia. Di seguito la visita al Santuario del Santo Giovanni Paolo II , in funzione dal Giugno 2011, presso il Centro “ Non  abbiate paura. Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento.

2° Giorno: Cracovia

Prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita guidata della citta` di Cracovia con il suo centro storico, dichiarato Patrimonio Unesco nel 1978 come uno dei piu` preziosi complessi architettonici del mondo. Si visteranno:  la Collina di Wawel con il Castello Reale ( visita esterna ) e con l`imponente Cattedrale Reale, dove venivano incoronati e sepolti re, capi di stato e artisti. Nella Cattedrale risiedette il futuro Papa Giovanni Paolo II come vescovo e nella cripta di San Leonardo celebrò la sua prima Santa Messa. Si prosegue lungo il Tratto Reale verso la Piazza del Mercato , con  breve sosta d`avanti „la Finestra Papale”  presso il Palazzo Arcivescoville in via Franciszkanska 3 . In centro della piazza si estende il Mercato dei Panni – simbolo di commercio cracoviano e la Torre del Municipio. Invece nell`angolo della Piazza sorgge la Basilica di Santa Maria, con uno dei piu` preziosi capolavori dell`epoca tardogotica -  altare medioevale scolpito in legno di cedro da Veit Stoss nel XIV. Pranzo in ristorante.  Pomeriggio Trasferimento a Miechòw situata ad una trentina di chilometri a nord di Cracovia , un luogo carico di storia, ma ancora fuori degli abituali circuiti turistici e religiosi della regione della “Piccola Polonia”. Nei pressi della piazza del mercato, la principale della città, sorge la chiesa del Santo Sepolcro, fondata nel 1163 per interessamento della casata Jaxa. Il crociato e pellegrino polacco Jaxa Gryphius tornò dalla Terrasanta accompagnato da Martino, canonico di quell’Ordine del Santo Sepolcro che dopo la prima crociata curava il culto e l’onore dell’omonima basilica gerosolimitana. Nacque così questo priorato polacco, che ebbe l’approvazione del patriarca Monaco nel 1198 e di papa Innocenzo III nel 1208. Cena e pernottamento in albergo.

3° Giorno: Kalwaria Z.  – Wadowice – Wieliczka

Prima colazione in albergo. Mattina partenza per Kalwaria Z. , per una  visita del Santuario della Madonna di Kalwaria con la famosa Via Crucis, luogo che  il giovane Karol Wojtyla frequentava spesso con Suo padre. Il Monastero dei Padri  Bernardini insieme al Santurio e la Via Crucis , sono state inserite sulla lista dell` Unesco nel 1999. Proseguimento per Wadowice  - dove il 18 maggio 1920 nacque Papa Giovanni Paolo II. Visita al museo allestito nella casa natale di Santo Padre e la  Basilica della Presentazione al Tempio della Vergine  Maria ,dove fu battezzato. Pranzo in ristornate. Pomeriggio escursione a Wieliczka , per la visita della più antica miniera di salgemma d’Europa, inserita dall`UNESCO nella prima lista del patrimonio mondiale ( laghi sotterranei, celle e grotte di sale, cappelle e sculture, ed infine il capolavoro della cappella di Santa Kinga). Cena tipica in una trattoria regionale a Wieliczka. Pernottamento in hotel.  

4° Giorno: Cracovia - Auschwitz – Birkenau – Czestochowa

Prima colazione in hotel. Di seguito  partenza per Oswiecim ( Auschwitz in tedesco ) per la visita dell`ex campo di concentramento Auschwitz – Birkeanu , il muto testimone della tragedia umana. Pranzo in ristorante e proseguimento per Czestochowa, chiamata la capitale spirituale della Polonia. Dopo arrivo, sistemazione nell `albergo. Visita guidata al Santuario sul Monte Chiaro che custodisce la  miracolosa immagine della Madonna Nera .Dopo la cena  in hotel , c`e` possibilita` di assistere alla preghiera serale “Appello di Jasna Gora “alle 21.00 in Santuario condotta dai Fratti Paolini. Pernottamento  in albergo.     5° Giorno: Czestochowa – Niepokalanow – Varsavia Prima colazione in hotel. In mattinata partenza per Varsavia , con la sosta a  Niepokalanow , situato nei dintorni di Varsavia. Pranzo in ristorante e visita al Santuario dell'Immacolata. Il grandioso convento dei Francescani (uno dei piu grandi d'Europa) fu fondato da San Massimiliano Maria Kolbe, martire di Auschwitz, e conserva vari ricordi del Santo. Niepokalanów non vanta quadri miracolosi o reliquie ma la sua attrattiva e costituita dalla figura e dall'idea del padre Massimiliano. Proseguimento per Varsavia,la capitale della Polonia, maggior  centro culturale,  scientifico  ed  economico del paese.Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento.    

6° Giorno: Varsavia

Prima colazione in hotel. Mattinata incontro con una guida locale e trasferimento alla Chiesa di S.S.Kostka , vicino la quale e` colocata la tomba del Beato Padre J.Popieluszko – martire polacco, rapito ed uciso dai funzionari dei servizi speciali del regime comunista ( possibile celebrare la S.Messa ).Successivamente, passeggiata per il centro storico di Varsavia , quindi : la Piazza del Mercato, il Barbacane , la Piazza del Castello dominata dal Castello Reale e la Collona di Sigismondo - uno dei maggiori simboli della citta`, Viale Krakowskie Przedmiescie ( prima parte del Tratto Reale ) lungo la quale sorgono diversi palazzi storici tra cui : il Palazzo del Presidente della Repubblica , la Chiesa di S.Anna , l`Universtita` di Varsavia e altri. Pranzo in ristorante e proseguimento della visita di Varsavia , giro in bus per i luoghi piu` significativi della storia recente di Varsavia. In corso della visita sara` possibile vedere cio` che e` rimasto del ghetto , il Monumento degli Eroi di Ghetto , Umschlagplatz ed altri luoghi legati alla storia In fine visita esterna  del Palazzo della Cultura e della Scienza,  enorme edificio eretto negli anni 1952-1955 , un esempio dell`architettura real – socialita monumentale. Fu donato alla Polonia dall`Unione Sovietica come il simbolo dell`amicizia tra le due nazioni. Rientro in albergo. Cena e pernottamento.    

7° Giorno: Varsavia – Italia

Pirma colazione in hotel. In mattinata una piacevole passeggiata al Parco di Lazienki -  il piu` bello complesso dei giardini di Varsavia con celebri munumenti tra cui Palazzo sull`Isola ( esterno ) – sede dell`ultimo re polacco S.Poniatowski e il monunento al grande compositore F. Chopin. Di seguito trasferimento in aeroporto di Varsavia per il volo alle 13.25. FINE SERVIZI.  

  Quota individuale di partecipazione:  € 1050  

 

Acconto del 25€ allatto della prenotazione

Partenza garantita con un min. di 35pax      

 

LE QUOTE COMPRENDONO :

-Bus GT per l’aeroporto di Roma e da l’aeroporto di Napoli 

- Voli a/r partenza da Roma rientro su Napoli

-Bus GT a disposizione per tutta la durata del viaggio

-7  notti presso  in  alberghi 4 stelle

- trattamento di pensione completa come da programma  ( colazioni a buffet , pranzi nei ristoranti , cene negli alberghi da 3 portate , acqua minerale in caraffa inclusa )

- servizio accompagnatore parlante italiano per tutto il soggiorno in Polonia

- 1 cena in ristorante caratteristico con assaggi di diversi piatti della cucina polacca,

- guide per le visite come da programma ( Varsavia, Santuario Czestochowa, miniera di sale a Wieliczka, Auschwitz, Cracovia e dintorni )

- assicurazione medica

-ingressi au luoghi di interesse

-auricolari Auschwitz 1,  

LE QUOTE NON COMPRENDONO :

-bevande , mance  assicurazione  annullamento,  tutto extra del carattere personale, tutto non espressamente indicato nella voce “ le quote comprendono “

varsavia-2.jpg
1_O9Gess7Mp1X9PqgKvvugVQ.jpeg
cracovia-viaggiare-gratis.png
1_O9Gess7Mp1X9PqgKvvugVQ.jpeg
aus.jpg
cracovia-1.jpg
index1.jpg
kalwaria.jpg
market_square_tenements_city_centre_wroclaw.jpg
varsavia-2.jpg
wadowice_bazylika_dziug.jpg
cracovia-viaggiare-gratis.png
1_O9Gess7Mp1X9PqgKvvugVQ.jpeg
cracovia-1.jpg
varsavia-2.jpg

La Repubblica di Polonia, è uno stato dell’Europa Centrale di circa 38.600.000 abitanti, confinante ad ovest con la Germania, a sud con la Slovacchia e la Repubblica Ceca, ad est con l’Ucraina e la Bielorussia, a nord-est con la Lituania ed a nord con il Mar Baltico. Dal punto di vista geografico, il paese è prevalentemente contraddistinto da una estesa pianura che si protrae dal mare fino alle pendici dei Monti Carpazi, situati nella parte meridionale dello stato. Fatta eccezione per la parte nord-orientale, il cosiddetto Distretto dei Laghi, la regione meno densamente popolata e dall’economia ancora decisamente rurale, la Polonia rappresenta uno splendido esempio di transizione socio-economica dal regime comunista al sistema di libero mercato, essendo stata in grado di rilanciarsi, in un periodo di tempo relativamente breve, sia in ambito europeo che globale. La suddivisione amministrativa del territorio è effettuata in sedici vovoidati, ovvero distretti dotati di un proprio organo parlamentare, di un rappresentante e di un presidente dei ministri, impegnatisi per difendere la repubblica semi-presidenziale e la costituzione, approvata in via definitiva nel 1997.

La storia della Polonia è da sempre quella di uno stato di passaggio, di incontro, di mediazione tra le culture orientale ed occidentale. I primi documenti che attestano la nascita di un regno unitario polacco sono datati intorno alla metà del X secolo anche se, appena due secoli dopo, il territorio iniziò a frantumarsi in diversi piccoli stati, indebolendosi agli occhi dei nemici mongoli che, infatti, nel 1241, depredarono e misero a ferro e fuoco l’intero paese. Il XV secolo, quello caratterizzato dalla dominazione della dinastia Jagellone, fu l’epoca d’oro della Polonia, durante la quale venne sancita l’alleanza con la vicina Lituania e la creazione della Confederazione Polacco-Lituana. La successiva recessione sociale, culturale ed economica si verificò già a partire dalla metà del Seicento, quando una ribellione di cosacchi guidati da Bohdan Chmielnicki gettò il paese nel cosiddetto periodo del Potop, il “Diluvio”, una fase storica scossa da diverse guerre con Russia, Svezia ed Impero Ottomano. Con l’avvicinarsi del XIX secolo si assistette alla rinascita delle arti e delle scienze, il cosiddetto Illuminismo Polacco, sull’onda del quale venne scritta la prima costituzione d’Europa, nota come la Costituzione Polacca di Maggio, redatta nel 1791. Nei primi anni dell’Ottocento le guerre napoleoniche ebbero l’effetto di mutare sensibilmente i precedenti confini dell’Europa Centrale, con l’odierna Polonia che divenne il Granducato di Varsavia, guidato da Federico Augusto I di Sassonia. Superata la I Guerra Mondiale e riguadagnata l’indipendenza con la proclamazione della Seconda Repubblica Polacca nel novembre del 1918, dopo una breve fase di stallo e di tensione internazionale generata dalle frizioni con la Russia bolscevica, la Polonia si trovò catapultata nella fase più nera della sua storia, quella dell’occupazione nazista e della II Guerra Mondiale. Si è stimato che siano stati più di sei milioni i polacchi uccisi tra il 1939 ed il 1945, la maggior parte dei quali di origine ebrea, morti a causa di un regime al quale ne successe un altro, quello comunista russo, che allentò la propria morsa sulla popolazione solo verso la metà degli anni ’50, qualche anno dopo l’ufficializzazione della nascita della Repubblica Popolare di Polonia avvenuta nel 1952.

La capitale è Varsavia, una metropoli di 1.800.000 abitanti che ha saputo risorgere dalle macerie e che oggi è un centro vivo, moderno ed esuberante. Situata nella parte centro-orientale del paese e compresa all’interno del vovoidato di Masonia, di cui è capoluogo, Varsavia non è soltanto sede dell’amministrazione centrale, ma è anche il maggior polo scientifico, culturale ed artistico della Polonia, con una settantina di università, pubbliche e private, nelle quali studiano quasi 200.000 studenti provenienti da tutta Europa. La maggior parte degli edifici e dei palazzi storici che non si possono assolutamente perdere sono concentrati lungo il cosiddetto Tragitto Reale, un percorso che si snoda dalla zona della Città Vecchia fino al parco di Lazienki Krolewskie. Un’altra via molto conosciuta è Via Krakowskie Przedmiescie, nei pressi della quale si possono ammirare alcune delle chiese più belle della città. Il simbolo di Varsavia resta tuttavia la Rynek Starego Miasta, la Piazza del Mercato, situata nel cuore della parte più antica del centro e circondata da gallerie d’arte, ristoranti e caffè.