CAMBIA IL VISTO PER ENTRARE NEGLI STATI UNITI

La legge denominata Visa Waiver Program Improvement and Terrorist Travel Prevention Act of 2015 ha subito alcuni ritocchi che andranno a influire sul Dipartimento delle Dogane e della Protezione delle Frontiere americane, che ogni giorno accolgono più di un milione di persone, compresi tutti i cittadini facenti parte del Visa Waiver Program (VWP), ovvero coloro che possono richiedere l’autorizzazione elettronica all’ingresso negli USA tramite l’ESTA
 

Le modifiche principali riguarderanno:

-tutti coloro che hanno effettuato viaggi nei seguenti paese:   Iran, Iraq, Sudan o Siria a partire dal Marzo 2011, compresi i cittadini dei Paesi VWP ed escluse alcune eccezioni riguardanti viaggi diplomatici o per scopi militari


-cittadini di paesi VWP in possesso di doppia cittadinanza iraniana, irachena, sudanese o siriana.

 
 
 
 

 Verrà quindi revocata la possibilità di richiedere l’autorizzazione elettronica all’ingresso negli Stati Uniti ai viaggiatori in questione. La richiesta del visto avverrà tramite la mediazione di Ambasciate e Consolati, che nel caso di richieste urgenti potranno accelerare il processo. La modifica sarà retroattiva, quindi anche tutti coloro che sono attualmente in possesso di un ESTA ma che hanno dichiarato di avere una doppia cittadinanza con uno dei quattro Paesi sopra indicati, dovrà richiedere un nuovo visto.

Le deroge saranno limitate, verranno valutate singolarmente e riguarderanno:

-coloro che si sono recati in Iran, Iraq, Sudan o Siria in veste ufficiale per conto di un’organizzazione internazionale


-coloro che si sono recati in Iran, Iraq, Sudan o Siria per conto di organizzazioni non governative umanitarie


-coloro che si sono recati in Iran, Iraq, Sudan o Siria nel ruolo di giornalisti per fini lavorativi o per legittimi motivi professionali
 

 
Fonte:  mondo Aeroporto